Something To Do With the Wall

29 settembre 2015 in Film

Regista e moglie in visita a Berlino

Regia di Ross McElwee, Marilyn Levine. Con Marilyn Levine, Ross McElwee.
Genere Documentario - USA, 1991. Durata 88 minuti circa.

Nel 1986, Ross e la sua futura moglie, Marilyn Levine, si recano a Berlino per girare un documentario sul 25° anniversario della costruzione del muro. Nei pressi di Checkpoint Charlie, avamposto militare al confine tra la zona americana e quella sovietica, assistono all'andirivieni di turisti, alle azioni solitarie di protesta del pacifista John Runnings, alle manutenzioni sotto la sorveglianza dei soldati; e intanto raccolgono gli sfoghi dei residenti, indignati per una situazione ormai insostenibile che dura da troppo tempo. Di lì a tre anni, però, il muro viene abbattuto, e i due registi sono di nuovo nella capitale tedesca per filmare la svolta epocale. Si conclude ufficialmente il lungo periodo della Guerra Fredda. «Io e Marilyn abbiamo avuto una sovvenzione per girare un film sul muro di Berlino, il che è stato un bene, perché è molto più facile girare un film che non ha niente a che fare con la tua vita» (Ross McElwee). Dopo i fugaci riferimenti biografici dell'esordio, in Something to Do with the Wall McElwee limita drasticamente la soggettivazione, optando per un impianto documentario più tradizionale e lineare del solito. L'affresco dell'umanità al di qua del muro è ricercato e seducente: attraverso un'attenta selezione di aneddoti e personaggi, il regista mette in risalto una condizione in cui l'assurdo si tramuta in ordinario e le brutture della storia scompaginano il privato dell'individuo.



Leave a reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Something To Do With the Wall