Game Therapy

21 ottobre 2015 in Film

Un'idea formidabile e potenzialmente eccitante diventa un film retroguardista e con una trama pieno di buchi
* 1/2 - - - (mymonetro: 1,50)

Regia di Ryan Travis. Con Lorenzo Ostuni, Federico Clapis, Elisa Piazza, Leonardo Decarli, Daniele Sodano, Riccardo Cicogna, Elisabetta Torlasco, Jennifer Mischiati, Monica Faggiani, Vittorio Apicella, Lorenza Pisano.
Genere Azione - Italia, 2015. Durata 97 minuti circa.

Due ragazzi, grandi appassionati di videogiochi ma in difficoltà nella vita reale, scoprono un luogo segreto. Tra le righe del codice sorgente di un noto videogioco, il suo sviluppatore ha inserito le coordinate per giungere in una stanza dove ha installato un macchinario in grado di trasportare la mente di chi "gioca" all'interno di ambienti virtuali simili ai più noti videogiochi (nessuno li nomina ma girano dalle parti di Assassin's Creed, Call of Duty, Uncharted, Dance Dance e GTA). I due amici cominceranno ad esplorarli, uno nell'ambiente virtuale, l'altro dietro la console per guidarlo e lo aiutarlo. Nella ricerca di un modo per trasferirsi definitivamente nella realtà virtuale però si intrometterà la vita vera, che almeno per uno dei due (complice anche la "terapia" fatta nei videogiochi virtuali) comincerà ad ingranare con la controindicazione di rovinare il rapporto con l'altro amico più determinato a rifugiarsi per sempre nel mondo di finzione.



Leave a reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Game Therapy